Home / News / Eventi / Carmen Consoli & friends in concerto a Catania

Carmen Consoli & friends in concerto a Catania

Una grande festa in musica quella che si è svolta a Catania lo scorso venerdì 1 giugno: Carmen Consoli, orgoglio italiano e siculo, si è esibita in un concerto allargato che ha visto alternarsi sul palco alcuni dei suoi più cari amici e colleghi come Max Gazzè, Mario Venuti, Marina Rei, Samuele Bersani, Elisa etc. Tutti riuniti per una nobile causa: devolvere i proventi della performance alla onlus Namaste’ che si occupa, tra le altre iniziative, di ricostruire una casa- famiglia per ragazzi affetti da disabilità.

La “cantantessa”, così come viene chiamata dai suoi affezionati fan, ha aperto le danze intonando Amore di Plastica,  il brano che l’ha fatta conoscere al grande pubblico nel 1996, (scritto per altro a quattro mani proprio con Venuti, ndr) in una rinnovata veste acustica, come tutti i brani presenti in Eco di Sirene, l’ultimo disco live pubblicato il 13 aprile scorso.

L’artista giocava in casa esibendosi nella sua “raggiante Catania” (come recita un verso del suo successo In Bianco e Nero, ndr), accorsa talmente in massa per ascoltarla che l’evento, inizialmente previsto a Villa Bellini, è stato spostato nella più capiente piazza Duomo data la mole di biglietti venduta nel giro di pochi mesi.

Carmen ha proposto alcuni tra i suoi brani più rappresentativi e famosi come Parole di Burro, In Bianco e Nero, L’Ultimo Bacio e Mandaci Una Cartolina, brano dedicato al padre Giuseppe ricordato dalla cantautrice che ha esclamato: “Mio padre stasera sarebbe stato fiero della sua città!”.

La prima amica a salire sul palco è stata Elisa, vocalmente straordinaria, che ha regalato una delle performance più toccanti dell’intera serata sulle note di A Modo Tuo accompagnata dalla Consoli alla chitarra.

Dopo di lei è stata la volta di Mario Venuti, della Bandabardò (che ha infiammato l’intera piazza), Marina Rei, Daniele Silvestri, Max Gazzè e Samuele Bersani. Nel proprio set, ogni ospite ha suonato sul palco le sue canzoni più celebri, per poi chiudere con un duetto allargato con Carmen nel brano ’A Finestra, in cui ognuno degli artisti si è cimentato a modo suo a cantare in dialetto siciliano. Degna di nota l’esecuzione di Mai Come Ieri, successo della coppia Venuti-Consoli di vent’anni fa ricantata dal vivo dopo tantissimo tempo.

La musica, dunque, non passa mai di moda ma assolve l’eterno ruolo di collante sociale e culturale tra le persone in un linguaggio trasversale che non conosce barriere, specialmente in tempi complessi come quelli attuali. In questa prospettiva si colloca l’intervento della cantante che a fine concerto ha infatti dichiarato: “ E’ stata un’esperienza bellissima, mi fa capire che la musica non è solo business ma è soprattutto occasione per stare insieme, per crescere, per fare qualcosa per gli altri”.

Namastè (che in sanscrito significa “mi inchino a te”) a iniziative come questa, dunque.
La popolarità, quando non è fine a se stessa, ma viene sfruttata per migliorare il mondo in cui viviamo assomiglia alla speranza del mito di Pandora che rimane attaccata al fondo del vaso, dopo che il mondo è divenuto un luogo inospitale e desolato, in attesa di tempi migliori per l’umanità.

Seguici e condividi:
x

Check Also

Messina pronta al “VascoNonStop Live 2018”: migliaia i fans attesi in città

Quasi tutto allestito per la serata di musica ed energia pura in ...